Risorse, Corsi e Tutorial per Illustratori, Fumettisti, Freelance Creativi e Autori Indipendenti

6 Abitudini per disegnare e lavorare meglio

di Francesca Urbinati

La strada per sentirti realizzato come artista è costellata di ostacoli e insicurezze. In questo articolo ti racconto alcune abitudini che mi hanno salvato la salute e la carriera.

©Freepik

Abituati a prendere le distanze

Noi artisti siamo persone sensibili, il mondo esterno ci influenza molto facilmente.
Un commento sui social, un fatto di cronaca, una battutaccia a scuola o al lavoro… basta davvero poco per cambiarci l’umore. Se ci si mettono anche le nostre insicurezze artistiche e il confronto coi colleghi più bravi, è finita!

Abituati a crearti uno spazio mentale tutto tuo, una radura soltando per te in cui non entrano nè i tuoi dubbi interiori, i pensieri tristi o la vocina ipercritica né tutte le cose che non vanno nel mondo esterno, dalla famiglia ai cambiamenti climatici.
Quello spazio sicuro è il tuo rifugio tutto per te, distante da ogni altra cosa. Non ti resta che disegnare.

Se prendi le distanze dal mondo esterno E dal turbinio di pensieri quotidiani, raggiungerai molto più facilmente quello “stato di grazia” che permette di creare arte.

Crea un rapporto sano con gli altri artisti

Stai dando il tuo meglio, già solo per questo puoi essere fiero di te!
Tieni bene a mente i piccoli traguardi e progressi che ti hanno portato dove sei. Usa l’arte altrui per ispirarti e darti degli obiettivi. Avrai tutto il tempo di raggiungerli.
Più che la “bravura” conta l’unicità, e quella nessuno potrà mai togliertela.

©wayhomestudio via Freepik

Indaga a fondo

L’arte è il settore con più falsi miti che abbia mai visto. Negli anni ho incontrato montagnea di fesserie spacciate per verità assolute.
Non fermarti a ciò che credi di sapere, o al sentito dire, ad esempio sulla legalità delle fan art o su come farti pubblicare da un editore anche se non sei il miglior disegnatore al mondo.

Purtroppo, nel settore artistico dei fumetti, dell’illustrazione e dell’editoria in generale girano un sacco di luoghi comuni falsissimi, nati e diffusi proprio per sfruttare l’ingenuità degli esordienti e la loro voglia di esser pubblicati.
Non essere pigro, verifica sempre ogni informazione chiedendo a una manciata di veterani: la loro risposta diretta vale più di qualsiasi cascata di commenti in un gruppo Facebook.

©wayhomestudio via Freepik

Fai pace con l’altro lavoro

Molti disegnatori, scrittori o musicisti fanno un altro lavoro per mettere insieme lo stipendio. Se è così anche per te, su col morale!
L’arte è un mercato che va a ondate. Inoltre ci vuole tempo per convincere i committenti a fidarsi di “uno nuovo”, piuttosto che di artisti conosciuti o con cui ha già collaborato in passato.

Mentre ti costruisci il curriculum, è normale avere un altro lavoro più stabile -legato o meno al disegno.
In un certo senso, a questo punto è anche normale che ti chiedano “ma di lavoro vero cosa fai?” perché non è scontato -specie se sei giovane- che tu sia già in grado di mantenerti stabilmente come artista freelance.

Considerala una fase necessaria, un periodo di gavetta da cui imparare abilità preziose come la pazienza, il contatto col pubblico e la negoziazione. Tutta esperienza che ti tornerà molto utile nel tuo lavoro da artista.

©bearfotos via Freepik

Alza quei prezzi!

Vuoi disegnare per lavoro, giusto? Vuoi mantenerti con la tua arte e viverci dignitosamente.
Allora devi iniziare a prezzarti da professionista, anche se hai appena iniziato.

Non puoi farlo dopo. Non c’è un dopo. O sei professionista da oggi o non lo sei. E lo stesso sarà domani e dopo domani.
Se vuoi costruirti uno stipendio stabile solo con gli ingaggi da artista, e mollare una volta per tutte l’altro lavoro, devi iniziare a comportarti già oggi come se non avessi bisogno di quel secondo lavoro.

Diventi un professionista nel momento in cui vieni percepito come tale

Prezzi, preventivi, contratti, procedure di pagamento sono passaggi che devi mettere in pratica subito, per distinguerti nettamente dagli amatoriali e attirare committenti migliori. Non temere di chiedere consigli, i colleghi più esperti saranno felici di darti una mano.

Trucco: Come valorizzare la tua arte senza svenderti

Ho riservato questo approfondimento agli iscritti di Touched By Art. Iscriviti anche tu, sei il benvenuto!
Questo contenuto è per gli iscritti
Diventa uno di noi 😃
Iscriviti Accedi

©Freepik

Prenditi cura di te

L’arte è molto più faticosa di quel che sembra, per disegnare bene dobbiamo mantenerci in salute. Se il nostro organismo ha uno scompenso, anche il nostro cervello ne risentirà.

  • Bevi molta più acqua di quello che ti senti
  • Ricordati di mangiare frutta e verdura
  • Cerca di fare attività fisica quando possibile, ad esempio preferendo le scale all’ascensore, la bici o i piedi ai veicoli a motore, ecc
  • Rispetta i cicli del tuo corpo: se hai bisogno di riposare o rallentare, fallo

Comprendo bene l’ardore di sacrificare tutto per l’arte. Solo che non c’è nessuna fretta di bruciarti la salute in pochi anni, ed esser poi costretto a fare rinunce proprio quando la tua carriera artistica finalmente decolla.
Abbi cura di te e stai sereno, il tuo organismo e la tua arte ti ringrazieranno e daranno il massimo!

5 1 vote
Vota questo articolo
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Risorse, Corsi e Tutorial per Illustratori, Fumettisti, Freelance Creativi e Autori Indipendenti Entra Gratis