Smart Working: strumenti, trucchi e consigli per artisti

La quarantena contro il coronavirus ci ha imposto cambiamenti drastici, ma è anche un’opportunità unica. In questo periodo mi avete chiesto in tanti come affronto lo smart working da prima della quarantena. Ecco X consigli utili da cui iniziare.

Paletti

Comincia a ritagliarti i tuoi spazi personali con la collaborazione degli altri membri della famiglia. Usa fermezza, se occorre. Un atteggiamento irreprensibile è necessario a fargli capire che per te è un’esigenza importante.

©Freepik

Ad esempio se un genitore o un figlio entrano nel tuo studio o ti chiamano continuamente durante l’orario di lavoro, è corretto vietargli tassativamente questa brutta abitudine, rispetto ad altri momenti in cui sei a loro disposizione.
All’inizio discuterete, ma è indispensabile per instaurare una routine positiva per te. Spiega ai familiari i tuoi obiettivi e rendili partecipi. Pian piano impareranno a rispettare il tuo tempo e i tuoi sforzi.

Obiettivi

Datti degli obiettivi importanti a medio-lungo termine, tra 1 e 3 anni. Poi spezzali in attività via via più semplici e veloci da fare, fino ad ottenere una “lista di cose da fare” nella pratica: studiare o approfondire alcuni aspetti che finora hai trascurato, aggiornare il portfolio, rispondere agli annunci di lavoro, ecc…

Comincia a eseguire queste attività ogni giorno in ordine di priorità e non deviare dal percorso che hai stabilito: i risultati saranno visibili solo tra diverso tempo. Modificare i tuoi piani troppo presto significa farlo alla cieca, senza poter distinguere cos’ha funzionato e cosa no.

Routine

  • Non importa se lavori di notte, o a che ora ti alzi la mattina. Cerca di essere sempre operativo entro le 10:00.
  • Ripassa i tuoi obiettivi finali e le attività del giorno.
  • Ritagliati i “tempi sacri” con mezz’ora di flessibilità: vale per gli orari di lavoro, quelli dei pasti, dei social, ecc. Ad esempio io stacco a pranzo alle 13:30, col pretesto che inizia il telegiornale, se devo concludere un’attività stacco alle 14:00 ma non oltre.
  • Non lavorare la sera. Tira dritto fino alle 21:00 se vuoi, poi dedicati a svagarti e riposarti. Non abusare dei weekend.

©kues1 / Freepik

Ricordati che sei un lavoratore INdipendente e detti tu le regole: sii il boss un po’ infame di te stesso e anche dei clienti: o possono permettersi i tuoi servigi o non possono, non perdiamo altro tempo e arrivederci. Il te boss sa che ne va della tua sopravvivenza a lungo termine.

Se ti rimane tempo libero, e all’inizio ne avrai tanto, porta avanti i progetti personali, l’autopromozione, il rinnovo del portfolio, studia ed esercitati… tutte quelle attività positive che sotto consegna dovrai per forza accantonare.

Ogni routine è personale, si crea a piccoli passi e può cambiare nel tempo. Fissa le abitudini che puoi rispettare e adatti le altre, mirando a ottenere un buon rapporto tra produttività e vita privata.

Strumenti

Ho scelto 5 strumenti per organizzare il lavoro creativo a casa e fuori, i miei preferiti, e li ho raccolti in un pratico PDF che puoi scaricare nell’Area Download insieme a tante altre risorse. Per accedere puoi iscriverti gratis qui.

0 0 vote
Vota questo articolo
  • Iscriviti GRATIS a Touched By Art
  • Scarica guide e risorse utili
Francesca Urbinati Artist

Francesca Urbinati

Sono illustratrice e fumettista freelance. Ho lavorato su effetti speciali 3D, graphic design e multimedia per RAI, Mediaset, Adobe, ArtOrder LLC, Studio Hamburg, MoveTheGame e molti altri. Pubblico la serie a fumetti Niki Batsprite e aiuto altri artisti e autori a emergere.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments