Quanto costa pubblicare un libro o fumetto

So cosa stai pensando: voglio pubblicare per passione, non mi interessa guadagnarci. Però così spenderai tempo e soldi in una spirale che diventerà insostenibile, e addio sogno!
Perciò, anche se non è il tuo lavoro principale non vuoi andare in perdita pubblicando la tua opera. Ecco un elenco per calcolare il miglior prezzo di copertina ed evitare brutte sorprese.

Photo by Hannah Grace via Unsplash

Tempo

Si dice che il tempo è denaro, ma se mi segui da un po’ sai che gli attribuisco un valore molto maggiore. Infatti il denaro speso possiamo guadagnarlo di nuovo, il tempo no!

Il mio consiglio è di considerare il tempo che ti occorre per completare il tuo libro o fumetto. Anche se per noi autori è la cosa più bella del mondo, stiamo togliendo tempo ad altro… compresi nuovi progetti futuri!

Editing

Se non hai un collega di fiducia che può aiutarti, dovrai incaricare un editor e mettere a budget il suo compenso.

Non risparmiare sull’editing, ne va della qualità del tuo prodotto!

Copertina di “The Reaper” by Francesca Urbinati

Copertina

Non risparmiare e commissionala con largo anticipo!

Una copertina economica o fatta in casa può creare grossi danni al tuo libro, ad esempio perché “non parla al pubblico giusto” o non raggiunge certi standard di qualità, quindi il potenziale lettore può pensare che anche il contenuto sia insipido e poco curato.

Inoltre avere la copertina pronta in anticipo ti permetterà di promuovere il titolo in anteprima, organizzare il lancio e così via.
Se vuoi realizzare una copertina efficace e memorabile, contattami, per me sarà un piacere!

Photo by Andrej Lišakov via Unsplash

Impaginazione

Che si tratti di un cartaceo oppure un ebook, l’impaginazione è un aspetto molto tecnico che non va sottovalutato. Affidati a un impaginatore capace, oppure assicurati di evitare gli errori più grossolani: margini sbagliati, troppi tipi di caratteri o dimensioni troppo piccole, colori non calibrati per la stampa.

Stampa o pubblicazione online

Se stampi il cartaceo avrai dei costi di stampa e di spedizione. Se userai piattaforme online avrai abbonamenti o commissioni sulle vendite, a seconda di com’è strutturato il servizio.
In entrambi i casi, sono costi di cui devi tener conto quando stabilisci il prezzo di copertina.

Ricordati che un editore serio non ti chiederà mai di coprire i costi di stampa o di altro tipo.

Promozione

Le fiere, le presentazioni e le campagne promozionali sui social a volte sono in perdita e non è facile calcolare il loro ritorno a lungo termine. Però è importante tenere a mente che nel prezzo del prodotto è incluso un “costo pubblicitario”, anche se non ci avevamo pensato.

Photo by Ruchindra Gunasekara via Unsplash

Distribuzione

I distributori cartacei acquistano le copie che poi venderanno a librerie o fumetterie, ma trattengono il 50-60% sul prezzo di copertina. Ecco spiegato perché in pochi possono permettersi la distribuzione tradizionale ad eccezione degli editori: se pubblichi in cartaceo il distributore sarà la maggior voce di spesa, impossibile da riassorbire senza un ampio catalogo e un’ottima strategia promozionale.

La situazione è molto più semplice e conveniente se pubblichi online, dove la commissione delle piattaforme distributrici di solito non supera il 30%.

Fisco e tasse

Anche se non hai partita IVA, devi dichiarare gli incassi della tua pubblicazione nella denuncia dei redditi. Almeno all’inizio potresti aver bisogno della consulenza di un commercialista e il suo onorario va messo in conto.

Stabilire il prezzo al pubblico

I prezzi di mercato

I prezzi di mercato sono un minimo e un massimo a cui si può acquistare un prodotto. Puoi indagare su questi prezzi in base al settore (romanzi fantasy) o alla nicchia (es. fantasy romance) e perfino per canale (Amazon, negozi, fiere, ecc) per ottenere dati da cui creare una strategia.

I prezzi di mercato dipendono dai costi di realizzazione: variabili come il formato, il numero di pagine o la stampa a colori.

Il valore percepito

Il valore percepito è la differenza tra il valore di produzione del prodotto e quello che il cliente è disposto a spendere per averlo.
Ad esempio, le persone sono disposte a pagare uno smartphone di ultima generazione fino a 10 volte in più rispetto al prezzo di produzione. O ancora, l’ultimo libro di un autore famoso viene venduto ad un prezzo più alto della media, con la certezza che i fan lo compreranno lo stesso.

Aumentare il valore percepito richiede, oltre a un buon prodotto, un preciso impegno per distinguerlo dalla massa e renderlo così unico che il pubblico scalpiterà per averlo. Non ti serve una folla oceanica, piuttosto devi puntare al pubblico che saprà apprezzarlo.

Margine di guadagno

Il margine minimo di guadagno è il 30-35% del prezzo di copertina. Se la percentuale è inferiore, dobbiamo trovare il modo di aumentarla. Se riusciamo a portarlo al 50% e oltre, siamo a cavallo!

Photo by Laura Kapfer via Unsplash

Spalmare i costi su tutte le copie

Finora abbiamo fatto una disamina scomponendo il prezzo di copertina di una singola copia. Tuttavia ci sono costi che sono inversamente proporzionali al numero di copie stampate (stampate, non vendute!): ad esempio la copertina o la stampa stessa.
Quindi per fare un calcolo perciso dobbiamo decidere prima:

  • Il formato e la rilegatura
  • Altre lavorazioni: ad esempio la plastificazione, copertina in rilievo, ecc
  • Il numero di pagine
  • il numero di copie che stamperemo

Ti anticipo che per iniziare col piede giusto e intravedere i primi guadagni dovresti vendere almeno una sessantina di copie. Possono sembrarti poche, ma è affatto semplice venderle senza essersi preparati.


Ci sono molti altri aspetti da tenere in considerazione, ad esempio la velocità a cui vendi e le strategie promozionali più adatte al tuo caso. Ne parleremo nei prossimi articoli, quindi se ancora non l’hai fatto iscriviti gratis a Touched By Art per non perderti nessun aggiornamento!

0 0 vote
Vota questo articolo
  • Iscriviti GRATIS a Touched By Art
  • Scarica guide e risorse utili
Francesca Urbinati Artist

Francesca Urbinati

Sono illustratrice e fumettista freelance. Ho lavorato su effetti speciali 3D, graphic design e multimedia per RAI, Mediaset, Adobe, ArtOrder LLC, Studio Hamburg, MoveTheGame e molti altri. Pubblico la serie a fumetti Niki Batsprite e aiuto altri artisti e autori a emergere.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments