Pubblicare online: dove trovare pubblico?

Hai completato il tuo libro o fumetto, non vedi l'ora di farlo leggere a più persone possibili. Però non hai idea di come promuovere la tua opera online e convincere le persone a leggerla.

Dove pubblicare online il mio libro o fumetto?

La prima distinzione da fare è tra le piattaforme di pubblicazione e i social network.

Tra le piattaforme dedicate ai libri, Amazon Kindle è la più famosa, seguita da Wattpad. Se la tua intenzione è pubblicare un webcomic puoi orientarti su Tapas, Comix Central o Webtoon. Ce ne sono molte altre e la loro popolarità, come per i social, dipende in parte dalle mode del momento.

Riguardo ai social, la questione è ancora più personale. Infatti, per ciascuno ci sono social che funzionano meglio di altri: c'è chi spacca su YouTube, chi su Twitch, chi scala Instagram, chi riesce a farsi notare su Facebook e chi si rivolge ad un pubblico business tramite LinkedIn.

La regola più importante, in questo caso, è studiare bene i termini di utilizzo e i meccanismi di ogni soluzione, per capire se è adatta a noi oppure ci farà solo perdere tempo.

Tieni a mente che ogni soluzione raggruppa già un macro insieme di pubblico. Ad esempio su Wattpad vanno forte i romanzi d'amore, su Instagram l'età media è più bassa che su Facebook, ecc. Mettendo insieme questi fattori puoi indirizzarti meglio nella tua scelta iniziale.

Aumentare il tuo pubblico e mantenerlo

Chi ha un pubblico enorme è partito con zero lettori, ora ha numeri record su tutti i suoi profili. Se ti stai chiedendo come si fa, sto per svelarti alcuni trucchi utilissimi.

  • Sii costante. La fiducia che i tuoi affezionati nutrono per te si basa sulla tua affidabilità, ed essa si basa sulla puntualità con cui pubblichi i tuoi contenuti. Col tempo, avrai a disposizione delle statistiche per valutare i giorni, gli orari e perfino che tipo di pubblico stai attirando. Analizzando questi dati, potrai fare dei test e aggiustare il tiro a seconda dei tuoi obiettivi.
  • I numeri non sono importanti. Prima lo capirai, prima riuscirai a concentrarti sui dettagli che fanno davvero la differenza. L'unico numero di cui devi preoccuparti è l'interazione (engagement) dei tuoi lettori con i contenuti che pubblichi: sono più importanti 10 fan pronti a commentare o condividere ogni tuoi post, rispetto a 1.000 fan inerti.
  • Non puoi limitarti ad offrire un prodotto. Oggi più che mai, la merce rara è il contatto umano, un'esperienza positiva con l'autore. Coccola e stupisci i tuoi lettori, offrigli mini-prodotti in linea con ciò che gli piace e stabilisci un insieme di valori, un brand in cui possano riconoscersi e sentirsi in connessione con te.

Se queste pratiche ti sono oscure, non preoccuparti. Sto preparando informazioni molto più dettagliate per aiutarti, continua a seguire Touched By Art per non perderti nulla. 😉

Rubare il pubblico ai social network

Quest'ultimo consiglio è il migliore che abbia mai ricevuto e mi mangio e mani per non averlo messo in pratica prima.

Il guaio dei social è che il pubblico che crei non è tuo, è del social. Un cambio minimo degli algoritmi può annientare i tuoi sforzi di raggiungere le persone interessate, che hai faticosamente radunato in mesi o anni. E' già accaduto con le pagine Facebook e in seguito con Instagram; e a nulla sono valse le proteste di influencer e aziende che si stracciavano le vesti per la visibilità in caduta libera. Per non restare ostaggio dei social è necessario crearsi un sito o blog, meglio se su un dominio proprio, che faccia da "sede centrale" per i nostri contenuti. Ad esempio su Nikibatsprite.com i lettori hanno a disposizione notizie e curiosità, i fumetti online e l'acquisto della versione cartacea, in barba ad ogni manovra dei social o delle piattaforme su cui è disponibile la serie a fumetti.

Per gli stessi motivi, è importante collezionare i contatti email delle persone che ci apprezzano e ci seguono, mantenendo la nostra personale lista di fan e followers. Non certo nell'ottica di spammargli offerte, tutt'altro! Lo scopo dev'essere offrire loro un'esperienza migliore, interagendo lontani dal "rumore" dei social e dalla loro brutta abitudine di nascondere i nostri post alle persone che già ci seguono.
E' quello che mi sto impegnando a fare, ad esempio, con la community di Touched By Art. Grazie di farne parte!

    Ho qualcosa per te!

  • Iscriviti GRATIS a Touched By Art
  • Scarica guide e risorse utili

avatar
3000
  Subscribe  
Notificami