L’arte digitale non ti salverà

Un po’ di storia

The first digital drawing: in 1956, an IBM programmer used a $238 million military computer, the largest such machine ever built, to render an image of a curvy woman.

Il primo disegno digitale: nel 1956, un programmatore IBM usò un computer militare da $238 milioni di dollari, la più grande macchina mai costruita, per renderizzare l’immagine di una donna formosa.

Siamo stati testimoni di una enorme e fulminea rivoluzione informatica. Il primo calcolatore fu costruito durante la Seconda Guerra Mondiale per decodificare l’algoritmo Enigma. Tornata la pace, col passare dei decenni i computer sono diventati elettrodomestici in ogni casa, come la lavatrice o la TV.
I computer sono aumentati in potenza e periferiche, sono diventati mobili e più interattivi con schermi tattili e realtà aumentata.
Appena 60 anni dopo, non possiamo immaginare la nostra vita, lavoro e divertimento senza un computer o smartphone in mano.

Essere un artista oggi

Per tante ragioni, la maggior parte dei processi in campo artistico si è spostata alla svelta dai media tradizionali agli strumenti digitali.

  • C’è più domanda di contenuti digitali che mai: webcomics, giochi, copertine di ebook, siti web, ecc.
  • Il digitale è facile da modificare, all’infinito.
  • I processi digitali permettono di lavorare in modo non distruttivo: ad esempio, puoi ridisegnare un braccio e tenere il vecchio disponibile in un livello nascosto.
  • Editori e stampatori si aspettano di ricevere i contenuti su file digitali.

La maggior parte degli artisti è altrettanto brava su carta che con la tavoletta grafica. E’ solo che si trovano a lavorare digitalmente nel quotidiano. Gli bastano carta e matita per abbozzare e rifinire la loro lineart, poi uno scanner e -PUFF- continuano digitalmente. Anzi, un crescente numero di artisti realizza tutto completamente in digitale.

Quindi, come artista moderno, trascorri ogni giorno seduto davanti a uno schermo e una tavoletta grafica. Mentre la tua carriera prosegue, questo può cambiare senza il minimo preavviso e dovresti essere preparato.

La carriera di un artista non comincia e finisce di fronte a uno schermo.

Una carriera avventurosa

Ci sono un sacco di fiere, eventi e opportunità nel mondo reale che possono decisamente spingere avanti la tua carriera. Esporre alle fiere è un must per promuovere la tua arte e farti conoscere come artista. Lo stesso vale per le performance, i workshop, le dimostrazioni e l’insegnamento. Queste situazioni capitano a tutti gli artisti ed è qui che le abilità nelle tecniche tradizionali possono migliorare la tua carriera.

Me performing live at "The Magic Castle" event. I used coloured pencils and Copic markers. I also crafted my wings and dressed like a fairy.

Eccomi durante una dimostrazione dal vivo all’evento “The Magic Castle”. Ho dovuto costruirmi delle ali, vestirmi da fata e disegnare dal vivo.

La bugia dell’arte digitale

La gente non ha idea della fatica necessaria per completare ciascuna immagine del tuo portfolio. Pensano che sia un hobby facile e rilassante in cui la magia la fa il computer. Quindi le persone non sanno separare il tuo valore dal contributo degli strumenti digitali che hai usato.
L’unico modo per dimostrare che si sbagliano è mostrare le tue doti artistiche usando tecniche tradizionali.

I veri artisti non hanno bisogno di un computer per fare arte. Dimostra di essere uno di loro.

Mostrandoti capace con le tecniche tradizionali dimostrerai che sei versatile, desideroso di imparare e di sfidare te stesso. In sostanza, ti farà notare e ti spingerà avanti.

Pencil on paper, inked with Sakura pen markers and coloured with Copic markers.

Matita su carta, inchiostrato con Sakura pen e colorato a Copic.

Prepara un piano B

Prima o poi ti verrà chiesto di disegnare in situazioni senza strumenti digitali. La proposta potrebbe arrivare tardi e lasciarti poco tempo per abituarti a strumenti che non hai mai usato prima.

Il tuo metodo di lavoro deve cambiare drasticamente: niente annulla, niente livelli, niente filtri ed effetti speciali!
Entri in un regno sconosciuto di superfici, materiali e mescolanze dove fisica e chimica regnano incontrastate.

Prenditi il tuo tempo per imparare una o due tecniche tradizionali come piano B. Sarai pronto e fiducioso per qualsiasi occasione di dimostrazione dal vivo.

Ti suggerisco di sceglierne due, perché a volte non puoi nemmeno decidere quale tecnica usare. Per esempio, a Lucca Comics & Games, gli sponsor danno colori acrilici e a olio. Altro esempio: sono stata ingaggiata per una dimostrazione dal vivo con i Copic.

Conclusione

Nonostante tutta la tecnologia e i software a nostra disposizione, la vita di un artista è costellata di situazioni in cui il digitale non è d’aiuto. Ecco perché imparare almeno due tecniche tradizionali è fondamentale per chiunque voglia diventare un professionista e trarre vantaggio dall’ampio raggio di opportunità della vita reale.

0 0 vote
Vota questo articolo
  • Iscriviti GRATIS a Touched By Art
  • Scarica guide e risorse utili
Francesca Urbinati Artist

Francesca Urbinati

Sono illustratrice e fumettista freelance. Ho lavorato su effetti speciali 3D, graphic design e multimedia per RAI, Mediaset, Adobe, ArtOrder LLC, Studio Hamburg, MoveTheGame e molti altri. Pubblico la serie a fumetti Niki Batsprite e aiuto altri artisti e autori a emergere.
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments