Pennarelli Copic: cosa sono e come usarli

Aggiungi ai Preferiti
Aggiungi ai Preferiti

Fan art di Daniele Garbugli ©Toriyama / Shūeisha

Dettagli e segreti dei famosi pennarelli Copic, usati da mangaka, fumettisti e illustratori professionisti in tutto il mondo. Preciso che questo è un articolo spontaneo, basato sull’esperienza mia e del mio compagno come felici utilizzatori professionali da anni. I link ai prodotti sono intesi come un aiuto per chi volesse reperirli con facilità.

Qui di seguito troverai:

  • Caratteristiche dei Copic markers
  • Copic Ciao
  • Copic Sketch
  • Copic Multiliner e BS
  • Copic Blender e toni pastello
  • Trucchi per colorare con i pennarelli Copic
  • Come ricaricare i pennarelli Copic
  • App per gestire i tuoi Copic

Caratteristiche dei Copic markers

I pennarelli Copic sfruttano inchiostri a base alcolica, sono prodotti in Giappone dalla Too Markers e si sono rapidamente diffusi in tutto il mondo.
Ciò che li rende favolosi è la varietà dei 358 colori disponibili, la loro vividezza stabile nel tempo e la possibilità di sfumarli tra loro. Inoltre si possono mischiare ad altri medium, ad esempio l’acquerello o l’ecoline.

I Copic si comportano in modo simile all’acquerello, col vantaggio di non avere intorno pennelli sporchi e bicchieri d’acqua pronti a ribaltarsi. Una grande comodità sia nel lavoro quotidiano che durante le performance e le fiere.

I prezzi sono onesti considerata l’altissima qualità del prodotto e la possibilità di acquistare separatamente punte di ricambio, pennarelli singoli o vuoti, tanichette con inchiostro di ricambio, cofanetti con colori personalizzati.
Le taniche con l’inchiostro di ricarica sono piuttosto durature, anche oltre un anno anche facendo un uso frequente o professionale dei colori.

Una chicca extra è possibilità di miscelare diversi colori dalle tanichette dentro un pennarello vuoto, generando un nuovo colore inedito ed esclusivo.

I pennarelli Copic hanno 2 punte ciascuno: la punta a penna o a pennello e la punta a scalpello.

Copic Ciao


È la versione più economica dei Copic e comprende 180 colori, incluso lo sfumino trasparente chiamato Blender.
Montano una punta semi-rigida che si comporta in modo più simile a un pennarello che a un pennello. Questo rende il tratto più controllabile e, a mio parere, fa dei Copic Ciao la scelta migliore per avvicinarsi a questi strumenti.

Se vuoi imparare a sfumare con i Copic ti consiglio di iniziare con una piccola scala di grigi. Quando sfumare il chiaroscuro coi grigi ti sarà familiare potrai allargarti tranquillamente a tutti gli altri colori.
Esiste un interessante kit già pronto che contiene 5 gradazioni di grigio e una penna Multiliner da 0.3mm, perfetta per l’inchiostrazione.

Copic Sketch


Se sei un fanatico dei tratti morbidi e “pennellosi”, probabilmente apprezzerai di più i Copic Sketch. Questa è considerata la versione professionale, caratterizzata da 358 colori dotati di una punta molto morbida, usabile in tutto e per tutto come un pennello.

Sono disponibili in set da 3, 6, 12, 24, 36 e 72 colori tematici.

La cosa interessante dei Copic Sketch è che presso alcuni negozi di belle arti puoi riempire un set personalizzato con i colori che preferisci. In questo modo puoi investire un po’ alla volta solo sui colori che ti servono davvero o che ancora ti mancano.

Copic Multiliner e BS

In assoluto i miei preferiti.
La serie BS ha una sottile punta a pennello perfetta per fare lineart colorate, indelebili e non sfumabili, e dettagli minuscoli.

I Multiliner SP standard hanno punte rigide di vari spessori, adatte a inchiostrazioni nette e sottili come quelle dei manga. Si trovano in toni neri o seppia, particolarmente belli per schizzi a inchiostro o illustrazioni.

Copic Blender e toni pastello


Il pennarello blender contiene inchiostro trasparente, in pratica è il solvente per sfumare e cancellare i Copic. È contraddistinto dal codice 0 (zero).

I toni Sketch pastello, riconoscibili dal codice con 4 zeri, sono anch’essi quasi trasparenti e contengono solo una piccola parte di pigmento. Li uso sempre al posto del blender perché grazie alla piccola percentuale di colore donano più ricchezza alla sfumatura e tendono a “bruciarla” meno.

Trucchi per colorare con i pennarelli Copic

  • Puoi sfumare i colori tra loro fintanto che la carta è umida. Anche dopo, spesso l’umidità del secondo colore è sufficiente a “sciogliere” il primo
  • Usa un foglietto di prova e dai il tempo al colore di asciugare prima di sceglierlo. I colori Copic appaiono più chiari e brillanti quando sono asciutti
  • Non temere di fare macchioni scuri, puoi intervenire schiarendo la sfumatura col blender o riempiendo i vuoti con un’altra velatura di colore
  • I Copic sono a base alcolica e gli acquerelli a base d’acqua. Perciò passando gli acquerelli sopra la colorazione a Copic, questa resterà al suo posto
  • Non usare i Copic su carta “da acquerello” o troppo assorbente, consumerai tantissimo inchiostro!
  • Non lasciare i Copic aperti, la punta non deve maI asciugarsi o dovrai cambiarla

Come ricaricare i pennarelli Copic

L’inchiostro scarico o quasi scarico ha il suo fascino e ci si possono fare belle cose. Però di tanto in tanto dovrai ricaricare i tuoi Copic.

  1. Metti in sicurezza il tuo disegno ed esegui la ricarica stando su un foglio di carta assorbente
  2. Togli entrambi i tappi al pennarello, tienilo in verticale con la punta a scalpello verso l’alto
  3. Sfila la punta a scalpello aiutandoti con una pinzetta
  4. Apri la tanichetta di ricarica svitando il tappo
  5. Inserisci 10-15 gocce di colore dalla tanichetta dentro il corpo del pennarello
  6. Richiudi la tanichetta
  7. Reinfila la punta a scalpello nel pennarello e chiudi il tappo.
  8. Tieni il pennarello in verticale per qualche secondo, vedrai colorarsi la punta all’estremità in basso

Fatto! Col tempo diventerà una operazione di routine e la farai a cuor leggero.

Per chiudere in bellezza, qui puoi scaricare la app Android e IOS per gestire la tua collezione di Copic e le ricariche.


Spero che questo approfondimento sui pennarelli Copic ti sia piaciuto. In futuro toccherà ad altri strumenti e materiali interessanti. Ricordati di iscriverti a Touched By Art per non perderti gli aggiornamenti.

Commenti e Recensioni

Segui
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti

SEGUIMI SU