Business Plan 2 – Il documento

Senza darci arie da guru del marketing, scopriamo come realizzare il nostro primo business plan!

Il sommario

Si, Word o altri elaboratori di testo lo creano in automatico una volta finito il documento, ma il sommario sarà nostro valido alleato perchè rappresenterà la scaletta degli argomenti che andremo a trattare nel business plan. Iniziamo perciò con una stesura approssimativa, sicuramente avremo:

  • Una breve introduzione
  • La sintesi del nostro progetto
  • L’analisi di mercato
  • Strategie e organizzazione del lavoro
  • Fattibilità economico-finanziaria

L’introduzione

Deve essere un capitolo estremamente breve (massimo una pagina), che racconti l’evoluzione del nostro progetto: come ci è venuta l’idea, come l’abbiamo modificata nel tempo, come siamo giunti alla versione che siamo proponendo nel business plan. Evidenziamo i fattori positivi, per esempio se l’idea è frutto di un’analisi storica e accurata del mercato, o se abbiamo anni di esperienza professionale alle spalle.

La sintesi del progetto

Anche in questo caso, è imperativo essere concisi. Dobbiamo spiegarci in modo chiaro, ma facendo sì che il lettore possa trovare a colpo d’occhio il paragrafo o l’informazione che gli interessa, senza dover scorrere frasi articolate o giri di parole.

  • Obiettivi: Il nostro progetto può avere diversi obiettivi, ma è fondamentale evidenziare quello primario da quelli secondari, e rendere chiare quali relazioni strategiche intercorrono tra loro.
    Per esempio, il nostro scopo finale può essere quello di aprire un rinomato studio di grafica. I nostri biettivi secondari (strategicamente utili, perchè ci aiuteranno a farci notare ed emergere dalla massa) possono essere promuovere l’innovazione creativa e la qualità, oppure dedicare parte delle risorse alla formazione della “forma mentis” artistica e della “cultura grafica”.
    Gli obiettivi si possono anche esprimere in ordine di attuazione, senza mancare di evidenziare bene come il raggiungimento dei vari obiettivi secondari ci porterà a realizzare quello finale.
  • Punti di forza e debolezza: Qui bisogna essere sinceri. Occorre fare uno schema che elenchi da una parte i punti di forza, dall’altro quelli di debolezza. Non tralasciate punti di debolezza per paura che il vostro business plan non venga accettato. I finanziatori non sono sprovveduti e, se avete omesso qualcosa, sapranno arrivarci lo stesso. Al contrario, apprezzeranno molto un’analisi (sempre breve e concisa!) sulle possibili soluzioni ai punti di debolezza.
    Per esempio, vorremmo sviluppare e vendere software, ma i costi di distribuzione sono troppo alti (punto di debolezza). Una soluzione alternativa può essere quella di distribuire il software tramite internet, con la formula “chi paga scarica”. Questa soluzione ha costi molto più contenuti rispetto alla distribuzione tradizionale, ed ecco che il nostro punto di debolezza è già stato risolto!
    I finanziatori sono molto attenti a questa parte di “risoluzione dei problemi”, poichè attesta la solidità dell’idea e della persona che c’è dietro (cioè noi!). I finanziatori hanno l’abitudine di spulciare in modo maniacale ogni possibile punto di debolezza, perciò preparate questo capitolo con cura e cercate di non farvi sfuggire nulla.
  • Strategie: All’atto pratico, spieghiamo come intendiamo entrare sul mercato e aumentare la nostra attività. Possiamo essere molto schematici, con un elenco di step principali, per poi commentare la strategia in modo più approfondito.

Per ora fermiamoci qui, abbiamo già tantissimo su cui riflettere! Proseguiremo la stesura nei prossimi articoli.

    Ottieni di più!

  • Iscriviti GRATIS a Touched By Art
  • Scarica guide e risorse utili
Francesca Urbinati Artist

Francesca Urbinati

Sono illustratrice e fumettista freelance. Ho lavorato su effetti speciali 3D, graphic design e multimedia per RAI, Mediaset, Adobe, ArtOrder LLC, Studio Hamburg, MoveTheGame e molti altri. Pubblico la serie a fumetti Niki Batsprite e aiuto altri artisti e autori a emergere.

avatar
3000
  Subscribe  
Notificami